venerdì 31 agosto 2012

[manga] Hidoku Shinaide (Trattami con dolcezza), Proiettili di zucchero (A lollipop or a bullet) e Runway lovers

Ieri notte non avevo per nulla sonno, così mi sono messa a letto e ho recuperato tutte le letture arretrate *_* Oggi pomeriggio devo mettermi a studiare per forza (anzi, probabilmente lo farò direttamente tra una ventina di minuti), ma adesso invece di abbruttirmi davanti alla tv (un altro modo per dirlo è non c'è un cavolo che m'interessi) ne approfitto per fare un riassuntino delle suddette letture è_é


 Riguardo a Hidoku Shinaide, da noi Trattami con dolcezza: allora, respiro profondo. A parte tutta la storia del "è uno yaoi, parte da presupposti che a cose normali sono l'esatto opposto dell'encomiabile" eccetera eccetera, devo dire che come edizione mi era piaciuta più quella di Kiss Ariki. La copertina per me è splendida, quello che mi è piaciuto meno è il font ciccione e certe uscite di traduzione. Capisco che non sia facile tradurre in modo accattivante e per nulla volgare, ma a volte certe uscite mi hanno ricordato un po' troppo i toni cazzoni e imbarazzati della traduzione by Kappa *sudori freddi* di Viewfinder. Per carità, poi le due edizioni (anche se in un caso, indovinate quale, parlare di "edizione" è un eccessivo complimento) sono diverse come il giorno e la notte quanto a cura, solo che insomma, in Kiss Ariki imho scorreva di più, ecco.
Comunque è una sensazione proprio a pelle, nulla toglie che ad altri invece sembri andare liscia come l'olio. La carta e l'apertura del volume sono una goduria proprio come con Kiss Ariki, e le tavole nitide e "piene" che è una meraviglia (anche per quello secondo me il font stona, imho fa a pugni con lo stile generale dei disegni).
Ah, nota positiva: a parte che sono stati intelligenti e hanno mantenuto i suffissi, c'è anche il mio amato NemuNemu! XD Adoro quel nomignolo, avevo il dubbio che in traduzione potesse sparire, e invece è lì paro paro. E' una piccolezza ma mi ha fatto felice ;_;

La storia ormai la so a memoria, visto il tot di volte che l'ho riletta (il primo volume poi!), comunque sapere di avercela finalmente a poca distanza dalla mia testa quando sono a letto, lì pronta appena mi gira nel suo volumetto reale, è TOTALMENTE un'altra cosa.
Ora spero solo che non ci vorranno i secoli dei secoli per vedere i prossimi numeri.

___

Per quanto riguarda Proiettili di zucchero - A lollipop or a bullet 1, mi è piaciuto moltissimo.
Non ricordavo nulla della trama, solo che sapevo di volerlo, e alla fine mi ha preso molto.

La storia è quella di Nagisa, una liceale molto pragmatica che vive in un paesino di campagna (il classico giapponese che si vede nei manga): sta per finire le medie, e ha deciso di non andare alle superiori e arruolarsi nelle forze di difesa terrestri giapponesi, che hanno una caserma situata accanto al paese. In questo modo conta di guadagnarsi da vivere fin da subito, visto che lì danno stipendo e vitto: il padre di Nagisa è morto in barca dieci anni prima, la sua assicurazione è finita e lei adesso vive con la sua allegra mamma, che passa quasi tutto il tempo a lavorare in un negozio del paese, e uno dei personaggi imho più intriganti del manga, suo fratello Tomohiro.
Tomohiro è un ragazzo bellissimo di diciassette anni, che da tre vive chiuso in casa come hikikomori, e passa il tempo a leggere e sorridere da dietro capelli che non vedono una spuntatina da quel dì.
Nagisa lo definisce "un nobile dei tempi moderni", e posso capire perché.

Lei è tutta concentrata sul suo obiettivo della caserma militare, finché in classe non arriva una nuova studentessa, tale Mokuzu: a quanto pare viene da Tokyo e suo padre è un ex-famoso cantante, ma quando si presenta ai compagni annuncia convintissima di essere una sirena arrivata nel mondo degli umani per conoscere il loro stile di vita. Nagisa (e tutti i compagni di classe) si accorgono molto in fretta che Mokuzu è un tipo davvero particolare, che visto da fuori sembra avere qualche rotella fuori posto oltre a delle gambe che fanno sempre male.
Con l'arrivo di Mokuzu, Nagisa si ritrova assaltata da proiettili zuccherini, che no, non è una cosa brutta, ma nemmeno latrice di immensa allegria come si potrebbe sembrare. Anzi.


Come dicevo a me è piaciuto parecchio, consiglierei di leggerlo un po' a tutti (a meno di non essere estremamente sensibili rigurdo ad argomenti come i problemi famigliari - c'è anche una scena splatter - se dyo vuole accenatissima - che coinvolge un cane morto, imho sopportabile, e lo dico come una che non ha guardato Io sono leggenda perché sa che il protagonista ammazza il suo cane).

 Intanto spero il secondo ed ultimo volume arrivi presto, il che è un po' paradossale visto che l'ho trovato per la prima volta negli ultimi giorni di agosto e in fondo ci sta scritto "il secondo volume ad agosto!" *_*''''

Ah, strano miracolo: l'edizione Panini è figa, con sovraccopertina fatta a modo e taglio delle pagine colorato di un blu che a me piace da impazzire. Non so per quale strano motivo abbiano deciso di sbattersi a fare una buona edizione (mi par di ricordare che abbiano già pubblicato qualcosa della stessa disegnatrice, però l'esperienza c'insegna che per la Panini questo non è un buon motivo per fare belle edizioni), ma meglio per noi ^^

Curiosità: secondo me d'aspetto i personaggi assomigliano molto a quelli di Evangelion °^° Nagisa imho tanto ad Asuka, Mokuzu ha un che di Rei (soprattutto nel fisico) e Tomohiro mi dice tantissimo sia di Kaoru che - e qui parliamo di Kingdom Hearts - Riku. Non ho idea del perché, ma secondo me la rassomiglianza si vede proprio.

-

No, non è QUEL tipo di modella, tranquilli.
Angolino sul primo volume di Runway Lovers: sono contenta di averlo preso perché pure lui mi è piaciuto ^^ (in effetti altrimenti non stavo a parlarne qui).
La storia principale, quella della modella Yui, secondo me è interessante, e sono curiosa di vedere come si evolverà nei prossimi due numeri èè
C'è anche una storie extra, scritta e disegnata dall'autrice del tankobon (che invece la storia di Yui la disegna e basta, da quel che ho capito è tratta da un romanzo), e imho è molto, molto carina ;_; Abbastanza classica e disegnata sempre con uno stile altrettanto classico (il classico buono, eh, non quelle specie di schizzi pubblicati che sono certi manga in edicola e non), ma imho è molto puccina e non una porcheria buttata lì per allungare il volume. Non c'entra niente con la storia di Yui, ma d'altronde le shot "in più" sono sempre così ^^
Insomma, se avete esaurito tutti i manga meravigliosi, preso Proiettili e non sapete cosa leggere a random, io direi di buttarvi su questo.
 




Per il resto, sapere che ho un tot di post lì ad aspettarmi mi fa venire voglia di smaltire e scrivere, scrivere scrivere, quindi penso possiate aspettarvi presto aggiormenti dalle mie pause-studio èwé

4 commenti:

  1. Proiettili di zucchero non lo conoscevo ma ispira abbastanza, se mi entra a budget cercherò di reperirlo ^^ Non mi dispiacciono gli slice of life, specie se non troppo lunghi ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io te lo consiglio, imho è molto interessante *_*

      Elimina
  2. ecco, aspettavo proprio di avere un parere su lollipop e adesso sono sicura che lo prenderò!
    runway lover piace a tutti a quanto pare, non mi sento sola XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero piaccia anche a te ><! Secondo me è almeno questo numero è bello (anche se ricorda di aspettarti quel mini-punto splatter un po' così), spero che il secono arrivi in fretta è_é

      Sono contenta che RL stia piacendo *_*, rispetto alle ciofecate varie in giro è carino e se li merita un po' di lettori.

      Elimina